STORIE D’AMORE E DI CALCIO

di e con Michele Santeramo
produzione Fondazione Teatro della Toscana
premi Premio Associazione Nazionale Critici di Teatro (ANCT) nel 2013, premio Hystrio alla drammaturgia nel 2014, finalisti del premio UBU 2014 con “Guaritore”, 2017 scrive per la produzione del Piccolo Teatro di Milano “Uomini e no”, per il teatro Bellini di Napoli scrive “Tito”

Le storie di cui tratta lo spettacolo legano calcio e amore di paese. I protagonisti sono persone di cui mai si sentirà parlare. La piazza della quale si racconta non sarà mai sui giornali, eppure contiene ogni sera il pulsare profondo delle vite di quelle poche persone che spendono il tempo a inseguire sogni, perderli, innamorarsi, perdere. Sono storie in cui tra giocatori e sparuto pubblico di amici, parenti e innamorate segrete, si insatura lo stesso rapporto di ascolto e di partecipazione che si spera di riuscire ogni sera a ricostruire a teatro.

MICHELE SANTERAMO Bari, 1974 è attore e autore di numerosi testi teatrali, fra i quali Alla Luce, Il guaritore, La rivincita, Sequestro all’italiana, Le scarpe, Nobili e porci libri, Murgia, La prima cena. Vince numerosi premi fra i quali il premio Hystrio (2014), il premio Associazione Nazionale Critici di Teatro (2013) e il Premio Riccione per il Teatro con il testo Il guaritore (2011). Nel 2014 pubblica il suo primo romanzo, La rivincita. Nel 2015 scrive La prossima stagione. Spettacolo da leggere, da un’idea di Luca Dini e Michele
Santeramo, con le immagini di Cristina Gardumi e la produzione Fondazione Teatro della Toscana. è il racconto di Viola e Massimo, marito e moglie, mostrati al presente in sei momenti della loro vita, a distanza di dieci anni l’uno dall’altro, dal 2015 al 2065, per cercare una risposta a come le vite delle persone saranno costrette a modificarsi, accontentarsi, piegarsi.