QUELLI CHE RESTANO
un'indagine per azioni

Seminario intensivo di grammatica dell'azione
diretto da Massimiliano Cividati

Il mare come luogo verso cui si va. Per andare altrove, più spesso per raccogliere da esso o grazie ad esso quanto necessario al quotidiano sostentamento. Per mare si può andare ... certa è la partenza. Ci concentreremo su coloro che rimangono. Quell'attesa fatta di fantasmi e ricordi tra il desiderio di tenere il fuoco acceso, mantenere vivida un'immagine, in tensione tra desiderio ed elaborazione dell'assenza.
Ci concentreremo sulle azioni.

Il lavoro, frutto di oltre 20 anni di insegnamento nelle principali accademie italiane, metterà l'azione e la sua grammatica al centro del processo di indagine ed esplorazione. L'azione come frutto di un pensiero, un'elaborazione, un'azione innanzitutto lucida e ripetibile che parte dal naturalismo e si perde nella metafora e nel realismo magico. Lavoro fisico, analisi e scrittura scenica le tre tappe quotidiane del lavoro.

Il seminario culminerà con un momento performativo aperto al pubblico nei suggestivi spazi del Festival.

Selezione su curriculum. Ai partecipanti sarà richiesta la preparazione di alcuni materiali di lavoro.

Massimiliano Cividati

Regista, formatore e attore, nato a Milano nel 1973, si forma con alcune delle figure di spicco del teatro europeo, tra i quali Jerzy Grotowsky, Nekrosius, Karpov, Manfredini. Comincia la sua carriera giovanissimo, fondando Egumteatro ( Premio Speciale UBU Giuseppe Bartolucci ) una delle compagnie italiane di ricerca più premiate degli Anni ‘90. Dal '98 è regista e direttore artistico di Aia Taumastica (Premio ETI Torresani) compagnia ormai presente da alcuni anni nelle stagioni di alcuni dei più importanti teatri e festival italiani. Con Aia Taumastica dirige Antonio e Cleopatra, Tito Andronico, Aspettando Godot, Donne al sepolcro, Hansel e Gretel (finalista al Premio Riccione) e La muta e scrive e dirige – spesso partendo da suggestioni scientifiche - Nijinsky versus Amleto, Calibania ovvero De amore extremo, The soft transition, Pink in Blues, Il nulla, Quattro tiri di corda, Short Skin, Sulla pelle e Ghiaccio, prodotto dal Teatro della Tosse di Genova e in tournée ormai da 10 anni e che debutterà nella sua versione inglese a Londra nell'estate del 2020. In qualità di free lance dirige con continuità spettacoli di teatro musicale collaborando con alcuni degli esponenti di spicco della musica contemporanea d'autore ( Stefano Bollani, Giovanni Falzone, Gianmaria Testa, Mercanti di Liquore etc etc). Da anni affianca l’attività di attore e regista con quella di insegnante. Collabora con diverse Università (facoltà di Economia e Commercio di Genova, DAMS di Brescia .......) tenendo con continuità seminari di formazione ed aggiornamento per attori professionisti e non. Dal 2001 è insegnante presso l'Accademia dei Filodrammatici di Milano – cattedra di GRAMMATICA DELL’AZIONE e la Civica Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi – prima al corso propedeutico poi insegnando RECITAZIONE al secondo anno e l’Accademia Teatrale Veneta.
Collabora poi in qualità di insegnante di regia e composizione con alcuni progetti ed istituzioni a livello europeo – IDA e ZHDK solo per citarne alcune. Dal 2010 è Direttore Artistico della Residenza Torre dell’Acquedotto e delle sue stagioni. Dal 2015 è Direttore Artistico di UNPLUGGED – stagione di Teatro Contemporaneo a Il Pertini di Cinisello Balsamo.
All’interno della residenza Torre dell’Acquedotto sostiene e stimola il lavoro di alcune delle compagnie emergenti della scena italiana, i cui componenti sono spesso stati suoi allievi – Ecodifondo, Compagnia Oyes, Teatro dei Gordi, Caterpillar etc etc. Dal 2002 collabora in qualità di formatore e curatore di eventi per importanti aziende – Ferrari, Fastweb, Omnitel, Pfizer, Novartis, Sanofi-Aventis, Shell, solo per citarne alcune.

deepfestival  deepfestival